Le aree protette del Trentino

Rete Natura 2000, parchi & riserve naturali

Incentivi e finanziamenti • Progetti europei

Intervento 323.2 - Interventi di riqualificazione degli habitat e sensibilizzazione ambientale nelle aree natura 2000 e nei siti di grande pregio naturale

Obiettivi

Gli interventi previsti per questa misura hanno l’obiettivo di valorizzare e riqualificare le emergenze naturalistiche e paesaggistiche, di aumentare l’interesse nei confronti delle naturalità del territorio ed accrescere la sensibilità ambientale verso l’esigenze di tutela delle aree Natura 2000 e dei siti di gran pregio naturale.

Area di applicazione

Sono interessati i fondi agricoli che ricadono all’interno di zone Natura 2000 o in aree di elevato pregio naturalistico.

Beneficiari

Sono coinvolti:

  • gli enti di gestione delle aree Natura 2000 e di siti di grande pregio naturale (A1);
  • le associazioni ONLUS che rispondono ai requisiti previsti dalla legge vigente (A2);
  • gli enti pubblici o privati che abbiano la competenza in campo ambientale (A3);
  • i privati: forme di proprietà /possesso collettivo (B).

I beneficiari si impegnano alla manutenzione e alla corretta gestione delle strutture di fruizione realizzate secondo progetti specifici da concordare con il Servizio Conservazione della Natura e Valorizzazione Ambientale.
Per le strutture didattiche dovrà essere garantita la fruizione nei periodi di affluenza del pubblico.
La destinazione delle aree interessate dagli interventi non potrà essere modificata per 20 anni e la manutenzione dovrà essere effettuata per almeno 5 anni.

Azioni e tipologie di spese ammesse

Sono finanziabili:

  • gli interventi materiali di riqualificazione e valorizzazione delle caratteristiche naturalistiche, storiche e paesaggistiche nelle aree Natura 2000 e/o in zone di elevato pregio naturalistico, quali:
  1. costi di realizzazione degli interventi di ripristino / riqualificazione / rinaturalizzazione di habitat (recupero di prati/pascoli abbandonati, riqualificazione di aree umide, ecc.);
  2. costi di recupero di ex-colture arboree con antiche varietà di specie frutti-oli-viticole, etc., con metodi di produzione estensiva (ai sensi del Reg. CEE 2092/91 e s.m.);
  3. interventi specifici a favore di specie minacciate a livello europeo o/e locale (uccelli, anfibi, rettili, fauna vertebrata ed invertebrata, ecc. e, per la flora, sulla base della Lista Rossa della Flora del Trentino);
  4. interventi specifici atti a contenere o/ed eliminare le specie alloctone invasive a livello europeo o/e locale;
  5. interventi di ripristino degli elementi del paesaggio naturale e semi-naturale  che hanno valenza ai fini della biodiversità (muretti a secco, terrazzamenti, siepi, gruppi e filari alberati, piccoli corsi d'acqua, sorgive, fontanili, ecc.).
  • gli investimenti materiali per il miglioramento della fruizione pubblica di siti di grande pregio naturale, quali:
  1. realizzazione di sentieri di accesso;
  2. realizzazione di parcheggi esterni per autovetture fino ad un massimo di n. 15 posti macchina;
  3. recupero di testimonianze e reperti ambientali e/o storico-culturali;
  4. cartellonistica, segnaletica, tabelloni informativi;
  5. punti di osservazione;
  6. creazione, ripristino e manutenzione di pozze, stagni e piccoli corsi d'acqua, comprese le piccole opere di ingegneria naturalistica, purché parte integrante del percorso naturalistico;
  7. aree di ristoro con tavole e panche in legno, lungo il percorso;
  8. punti di appoggio e di apprestamento di servizi igienici.