Le aree protette del Trentino

Rete Natura 2000, parchi & riserve naturali

Rete Natura 2000

La biodiversità

La biodiversità è definita come la totale diversità e variabilità degli organismi viventi e dei sistemi di cui essi fanno parte. Ciò comprende tutto lo spettro di variazione e di variabilità tra sistemi e organismi, al livello bioregionale, di paesaggio, di ecosistema, di habitat, ai vari livelli degli organismi fino alle specie, alle popolazioni, e dagli individui ai geni. Con ciò si intende anche il complesso insieme di relazioni funzionali e strutturali all'interno e tra questi differenti livelli di organizzazione, la loro origine ed evoluzione nello spazio e nel tempo, includendo l'azione umana.

UNEP, Global Biodiversity Assessment, 1995

Alcuni elementi della biodiversità: mammiferi, pesci, vegetali, rocce

Biodiversità: il nostro patrimonio comune

Non oro, né pietre preziose, né petrolio: la vera ricchezza della Terra è costituita invece dalla biodiversità, cioè dalla sconfinata e non ancora del tutto conosciuta varietà delle forme viventi e delle comunità ecologiche di cui fanno parte. Tutti gli elementi della biodiversità, siano essi microscopici o giganteschi, rari o comuni, legati inscindibilmente all'acqua o adattati alla sua scarsità, partecipano ai processi universali della creazione e della conservazione della vita sul pianeta.

Appare sempre più chiaro che la perdita, o anche il degrado, della biodiversità corrisponde ad un impoverimento della qualità della vita e implica costi economici e sociali.

La biodiversità delle Alpi in cifre

Il territorio delle Alpi si estende grossomodo su 190.000 km2.
Esse ospitano:

Canneto30.000 specie animali di cui

  • 20.000 di invertebrati
  • 200 di uccelli nidificanti
  • 80 di mammiferi
  • 80 di pesci
  • 21 di anfibi
  • 15 di rettili.

13.000 specie vegetali, di cui

  • oltre 5.000 funghi
  • 4.500 piante vascolari (ovvero il 39% della flora europea)
  • 2.500 licheni
  • 800 muschi
  • 300 epatiche