Le aree protette del Trentino

Rete Natura 2000, parchi & riserve naturali

Aree di Protezione Fluviale

Parco Fluviale del Vanoi

Nella Valle della Vanoi, sono state progettate una serie di attività, di seguito brevemente descritte, che vogliono valorizzare tutti gli aspetti legati all’aspetto ambientale e al rapporto del corso d’acqua con la comunità locale.

 

Sentiero "L'anello dell'Acqua"

Anello dell'AcquaL’anello dell’Acqua è un percorso che si snoda per la lunghezza totale di Km. 3,2 progettato in collaborazione con l’Ecomuseo del Vanoi, e realizzato negli anni 2005 – 2006. Esso si sviluppa nel Comune di Canal San Bovo, parte all'interno dell'abitato omonimo e parte nelle sue immediate adiacenze rurali e forestali. Per la maggior parte della sua lunghezza ripercorre strade o tracciati preesistenti. Solo un breve tratto di poche centinaia di metri è stato realizzato “ex novo”.

L’anello dell’acqua prevede 15 tappe in ognuna delle quali vi è una struttura espositiva che affronta una tematica specifica. I temi trattati dai vari pannelli vogliono mettere il fruitore di fronte ad antiche realtà di cui non si vuole perdere la memoria, recuperando tradizioni e fatti del passato.

I "Punti Info"

Punti InfoI “punti info” sono 5 grandi bacheche legnose, dislocate lungo la valle dall’abitato di Canal San Bovo (quota m 660) al rifugio Refavaie (quota m 1116). Dal primo all’ultimo dei punti, vi è una distanza di circa 11 Km.

Le strutture sono poli tematici caratterizzati dal fatto che, date le dimensioni (altezza 2.5 m circa, larghezza 3.0 m, profondità 40 cm), è stato possibile allestire entrambe le facciate che sono, a loro volta, suddivise in tre parti. Ogni facciata tratta un aspetto diverso dello stesso argomento.

 

La "Scala di Rimonta"

Scala di RimontaLungo il torrente Vanoi 16 grandi briglie la cui realizzazione si è resa necessaria a difesa dell’abitato di Canal San Bovo a seguito dell’alluvione del 1966.
La presenza degli sbarramenti trasversali, impedisce, in modo particolare alle trote, di risalire il corso d’acqua nel periodo riproduttivo inducendo quindi l’impoverimento dell’habitat nel corso medio del torrente.
Per tali ragioni e in considerazione del fatto che il Vanoi sia nel tratto superiore che inferiore, torna ad avere elevati elementi di naturalità, si è considerato importante intervenire con un opera sperimentale di parziale ricostituzione della continuità fluviale del corso d’acqua. L’opera in questione è una scala di rimonta cioè un by pass costituito da tre segmenti indipendenti che consentono ai pesci in risalita di superare gli ostacoli presenti nell’alveo principale.

L'Impianto di Fitodepurazione

L’impianto, attualmente allo stato di progetto, sarà realizzato in prossimità dell’abitato di Caoria e in adiacenza ad una vasca “Imhoff” che attualmente tratta i liquami provenienti dal paese. La sua funzione è quella di completare il processo di depurazione delle acque reflue rilasciate dalla vasca Imhoff.

Il progetto messo a punto, che si basa sulla modalità di fitodepurazione a flusso sommerso verticale-orizzontale funzionerà tutto il corso dell’anno, non creerà problemi di odori nè consentirà lo sviluppo di insetti.
Date le sue caratteristiche innovative, l’impianto, che dovrebbe essere realizzato nel corso del 2008, verrà monitorato costantemente allo scopo di verificarne la funzionalità e sarà “arricchito” di pannelli didattici che ne illustreranno le caratteristiche principali.