Le aree protette del Trentino

Rete Natura 2000, parchi & riserve naturali

Riserve Naturali Provinciali

40. Torbiere di Monte Sous

Cartina
  • Tipologia: torbiere
  • Comune: Brez
  • Quota media: 1800 m
  • Superficie: 110 ha circa
  • Normativa di riferimento: L.P. 14/1986

Nel biotopo Torbiere di Monte Sous ricadono ambienti particolari, rappresentati da torbiere basse ed intermedie inserite in un contesto paesaggistico di boschi misti di conifere caratteristici del piano subalpino. 

Queste zone umide, tipicamente montane alle medie latitudini europee, rivestono grande interesse naturalistico in quanto ambienti rari non solo in Trentino ma su tutto l'arco alpino italiano. Esse costituiscono inoltre luogo di vita per particolari ed esclusive specie animali e hanno un elevato valore dal punto di vista botanico per le numerose associazioni vegetazionali che in esse crescono.
Particolare del biotopo

Oltre a ciò, le torbiere comprese nel biotopo, essendo poste alla testata del Rio Novella e di alcuni rivi affluenti del Rio Pescara, svolgono un ruolo idrogeologico fondamentale nel garantire la qualità delle acque ed il regime idrico. Le torbiere sono situate in conche sopra i depositi morenici abbandonati dai ghiacciai in corrispondenza delle quali, in seguito al lento accumulo di sostanze organiche, si sono sviluppati spessori considerevoli di torba.

La vegetazione dell'area proposta a biotopo è quella tipica del piano subalpino. I boschi circostanti le zone umide rientrano infatti nelle associazioni forestali appartenenti ai boschi di aghifoglie, e più precisamente al Piceetum subalpinum. 

Numerose specie di artropodi popolano l'ambiente torboso. Tra gli anfibi e i rettili, esclusivi di questi luoghi, meritano di essere ricordate la rana di montagna (Rana temporaria), il tritone alpestre (Triturus alpestris ) e la lucertola vivipara (Lacerta vivipara ). 

Anche se non strettamente legata alle torbiere del Monte Sous, interessante è certamente l'ornitofauna nidificante nei boschi di abete rosso (Picea excelsa ) e nei cespuglieti a rododendro (Rhododendron ferrugineum ) e ginepro nano (Juniperus communis ssp. nana ), in quanto rappresentativa delle ornitocenosi alpine d'alta quota. Qui si possono incontrare specie rare e pregiate quali il gallo forcello (Tetrao tetrix ) ed il gallo cedrone (Tetrao urogallus ) oppure, tra i rapaci, l'aquila reale (Aquila chrysaetos ).

Studi

  • ricerche sulla fauna vertebrata NEW!