Le aree protette del Trentino

Rete Natura 2000, parchi & riserve naturali

Riserve Naturali Provinciali

TRITONE ALPESTRE

Triturus alpestris

Riconoscimento

Come forma del corpo, a parte la coda appiattita verticalmente, assomiglia ad una salamandra ma è molto più esile e più piccolo; la lunghezza, coda compresa, è di 6-11 cm nel maschio e 8-12 cm nella femmina. I maschi hanno dorso e fianchi di colore grigio-nero, ventre e gola arancio vivo; sul dorso e sulla coda posseggono una cresta vertebrale gialla e nera, bassa e a magine liscio.

Durante il periodo riproduttivo il dorso può assumere una colorazione Via Guardini, 75 - 38121 Trento - tel. 0461.496156 fax 0461.496199urra e sui fianchi compare una banda argentea punteggiata di nero. Le femmine sono brunastre, più o meno maculate di scuro, senza cresta dorsale; l’arancio del ventre non è così intenso.

Habitat e biologia

Questo tritone, che resta vari mesi all’anno in acqua, è osservabile principalmente in stagni, laghetti di montagna e torbiere. Fuori dal periodo riproduttivo frequenta soprattutto i boschi freschi e umidi; di giorno sta rintanato negli anfratti del terreno, mentre durante la notte esce per nutrirsi di piccoli invertebrati.

L’accoppiamento ha luogo in primavera, in acqua. Il maschio corteggia la femmina con una danza molto elaborata che culmina con la deposizione di un "pacchetto" di spermatozoi, raccolti poi dalla femmina con la cloaca. Le uova vengono avvolte, di solito singolarmente, nelle foglie delle piante acquatiche; dopo poche settimane sgusciano le larve.

Presenza in Trentino

Relativamente comune in tutta la provincia dal fondovalle fin’oltre i 2000 msm, manca solamente dai Gruppi montuosi dell’Adamello e di Brenta.