Le aree protette del Trentino

Rete Natura 2000, parchi & riserve naturali

Riserve Naturali Provinciali

LUCERTOLA VIVIPARA

Zootoca vivipara

Riconoscimento

Raggiunge al massimo i 18 cm di lunghezza, di cui 10-12 cm appartengono alla coda. Il corpo è allungato e poco appiattito; rispetto alla comune lucertola muraiola le zampe, la coda e la testa sono più brevi e tozze.

Il dorso ha una colorazione assai variabile: marron, giallastra o grigiastra; presenta linee longitudinali chiare e scure, continue o punteggiate. Il ventre è molto caratteristico, essendo vivacemente colorato di giallo o di arancio, con macchioline nere. I giovani, entro qualche mese di età, sono marron scuro, quasi neri.

Habitat e biologia

In montagna, dove vive fino a più di 2200 msm, frequenta soprattutto i pascoli e le praterie, preferibilmente in prossimità di mucchi di pietre e cespugli, oppure gli arbusteti nani di rododendri e mirtilli. Alle quote inferiori mostra invece un legame (che si rafforza alla diminuzione dell’altitudine) con gli ambienti umidi, per cui la si rinviene quasi esclusivamente in paludi e torbiere.

Sul terreno è piuttosto goffa e impacciata ma in acqua nuota abilmente; in caso di minaccia si tuffa con rapidità nascondendosi tra la vegetazione sommersa e rimanendovi lungamente in apnea. Si ciba essenzialmente di piccoli invertebrati, soprattutto insetti, ragni, lumachine e vermetti. Trascorre l’inverno in latenza negli anfratti del terreno, nelle cavità tra le radici degli alberi e nei tronchi marcescenti.

L’accoppiamento avviene tra aprile e giugno; dopo 3 mesi la femmina partorisce piccoli subito autosufficienti: questa specie è infatti ovovivipara. I piccoli, da 2 a 15, misurano alla nascita 3,5-5,5 cm.

Presenza in Trentino

Comune in montagna, alle basse quote è localizzata nelle residue paludi e torbiere.