Le aree protette del Trentino

Rete Natura 2000, parchi & riserve naturali

Riserve Naturali Provinciali

SAETTONE

Elaphe longissima

Riconoscimento

È un serpente estremamente slanciato, che da noi può raggiungere i 140 cm di lunghezza e altrove persino i 200 cm.

La testa è piccola, stretta e allungata. Nella maggior parte degli esemplari il dorso ha una colorazione giallastra o beige, spesso con toni olivastri; a volte è invece marron scuro. Le squame del dorso e dei fianchi, lisce, sono spesso bordate di bianco; frequente è anche la presenza di striature longitudinali scure poco marcate. Ai lati della nuca vi sono due "semilune" più chiare. Il ventre, anche negli esemplari dorsalmente scuri, è biancastro o giallo chiaro. Negli esemplari giovani il dorso è beige o marroncino, con strisce longitudinali formate da macchioline più scure; la testa ha un "collare" giallo molto evidente, delimitato sulla nuca da una V scura rovesciata; una barra quasi nera decorre dall’occhio all’angolo della bocca.

Habitat e biologia

Amante del caldo, questo serpente è presente soprattutto nei territori di bassa quota, fino a 1000-1200 msm; talvolta però, in zone con microclima favorevole, si spinge in alto fino sopra i 1500 msm. L’habitat è rappresentato di norma dai margini di boschi di latifoglie, boscaglie, bordi di campi e prati con siepi, aree cespugliate.

Trascorre gran parte della giornata in riposo, arrotolato; l’attività giornaliera viene svolta soprattutto al mattino e verso sera. Molto agile e veloce, si arrampica rapidamente su arbusti e alberi grazie all’aderenza assicurata dalle squame ventrali, che hanno i margini laterali liberi. Si ciba soprattutto di topolini e altri micromammiferi, ma anche di uccelletti e loro uova, i giovani essenzialmente di lucertole; le prede vengono avvolte tra le spire e soffocate-stritolate con una serie di contrazioni.

La femmina depone 5-20 uova che schiudono dopo circa 2 mesi.

Presenza in Trentino

È una specie abbastanza diffusa alle basse quote, ma non è mai comune.